Scegliere un nome per azienda di profumo

Scegliere un nome per azienda di profumo

Sapevi che il valore attuale del mercato dei profumi in Italia è di circa 3 miliardi di euro? L’industria dei profumi è cresciuta dell’8,7% solo nell’ultimo anno. Questa è una statistica piuttosto folle e potresti sentirti ispirato a creare la tua attività di profumeria. In questo caso, avrai bisogno di un nome commerciale assolutamente unico per distinguerti dalla massa! Ma come si sceglie un nome per un marchio o una profumeria? Ad esempio l’ acqua di Sirmione prende il nome dalla città di provenienza della fragranza, Acqua di Giò prende il nome dal suo creatore Giorgio Armani.

Ecco come scegliere un nome per azienda di profumo e come si avvia un’attività in questo settore.

Quanto costa avviare una linea di profumi?

Prima di avventurarti lungo il percorso per avviare qualsiasi impresa, è sempre intelligente sapere quale sarà l’investimento iniziale. Quindi andiamo alla conclusione prima di andare oltre. Il costo medio per lanciare una linea di profumi con un minimo di 200 bottiglie marchiate, confezionate, riempite e tappate, va dagli 8000 ai 10.000 euro.

Cosa significa creare la propria linea di profumi?

Mettere il proprio nome su qualcosa denota una responsabilità personale per esso. Quando si tratta di un prodotto realizzato per i consumatori, ciò significa che qualunque cosa sia deve essere sicura e deve eseguire tutto ciò che dovrebbe fare. Nel caso della creazione della propria linea di profumi, il primo passo non è creare la fragranza, per quanto possa sembrare sorprendente. Lo sappiamo fin troppo bene e offriamo le seguenti risposte approfondite su come iniziare.

Inizia con un business plan

Tutto parte da un business plan realizzabile, che include: definizione del prodotto, nicchia di marketing e strategie e proiezioni di profitti e perdite. La definizione del prodotto implica il restringimento del prodotto profumato. Le decisioni possono includere se offrire un singolo profumo in diversi formati, come: colonia, lozione per il corpo e saponi, o solo un tipo di prodotto, ma in diverse fragranze.

La pianificazione implica anche una decisione riguardante la tua base di marketing target. Risponde alla domanda: chi comprerà la tua nuova fragranza? Si tratta di ricercare le tendenze dei consumatori per accertare a quali dati demografici piacerà la tua fragranza e in quale forma di prodotto. Ad esempio, alcuni consumatori di età più avanzata potrebbero preferire profumi semplici sostenibili con oli essenziali e basi naturali, mentre una clientela più giovane potrebbe propendere maggiormente per le fragranze approvate dalle celebrità.

Ricerca clientela e base di consumatori target

Un mercato di riferimento può essere difficile da accertare. Ad esempio, la maggior parte degli uomini non acquista le proprie fragranze e, se lo fanno, per lo più ne selezionano una preferita dai loro cari. Le statistiche indicano che oggi le donne acquistano dal 60 al 70% di tutte le fragranze maschili (spesso per indossarle da sole). Gli sviluppatori di fragranze sono attivamente alla ricerca di soluzioni di marketing che convincano gli uomini ad acquistare collezioni di profumi per diverse occasioni (giorno, sera, lavoro, gioco). Decidere il mercato desiderato il più rapidamente possibile eliminerà una grande quantità di ricerche non necessarie.

Stabilisci il tuo target demografico

Prima di poter stabilire qualsiasi campagna pubblicitaria per promuovere la tua nuova fragranza, devi prima identificare il messaggio unico che offre ai consumatori. Al di là del semplicistico approccio “preda desiderabile” offerto da Tom Reichert, nel suo libro, The Erotic History of Advertising, il cui messaggio è esclusivamente quello di utilizzare un profumo per attirare l’attrazione del sesso opposto, ci sono altri messaggi commerciabili da considerare. L’elenco è infinito, ma alcune idee includono: libertà, passione, giovinezza, bellezza, serenità e ribellione.

Creazione di profumi

Non è sufficiente accontentarsi di una fragranza che funzionerà sia per gli uomini che per le donne. Inclusa in questa equazione è anche la fascia d’età, che si tratti di una fragranza da giorno o da notte e accordi applicabili per il nuovo profumo. Ciò comporta la comprensione delle tecniche di marketing, che nel caso del profumo implicano molto di più della semplice vendita di un aroma.

Considera i fattori pubblicitari

Il fattore più importante nella tua campagna pubblicitaria sarà la tua capacità di attingere al legame psicologico del tuo marchio con un’idea astratta come: femminilità, mascolinità o passione. Questo è il motivo per cui così tante pubblicità di profumi anche del passato sono di natura erotica.  Fai pubblicità tramite comunicati stampa, dimostrazioni e un sito web. Imposta alcune pagine di social media e offri sconti ai clienti per la prima volta. Vai ai mercatini delle pulci e distribuisci campioni insieme a informazioni scritte sul profumo e sui suoi ingredienti.

Comprendere e sfruttare la potenza di Internet

Oltre a creare un sito Web, puoi promuovere il tuo nuovo profumo ai consumatori attingendo a influenze digitali come You Tube, Instagram e Facebook. Scopri come creare i tuoi video e indirizzare gli annunci agli appassionati di profumi tramite i principali siti di social media. Pubblicizza sui principali siti web frequentati dal tuo pubblico mirato.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.