Chi è, cosa fa un venditore di scarpe

Venditore di scarpe: chi è e cosa fa?

Chi è, cosa fa un venditore di scape? Il venditore di scarpe è chiamato anche scarpaio, calzolaio o ciabattino e lavora nei negozi al dettaglio, aiutando i clienti a scegliere le scarpe che li renderanno felici in termini di vestibilità, stile e budget. Secondo l’Agenzia delle Entrate, a maggio 2021 erano circa 55.000 i lavoratori di questo tipo impiegati in Italia.

Le mansioni di un venditore di scarpe comprendono l’accoglienza dei clienti, la promozione dei marchi, la prova delle scarpe e l’utilizzo del registratore di cassa. I venditori di scarpe lavorano quando i negozi sono aperti, compresi i fine settimana, le sere e i giorni festivi, ma ci sono anche scarpai che lavorano sull’ecommerce e quindi si occupa di vendite online. Negozi online come shoebuya.com sono sempre maggiori ed è essenziale che lo scarpaio sappia gestirlo.

Scarpai e calzolai guadagnano una tariffa oraria e, in alcuni casi, anche commissioni sulle vendite. Durante i periodi di picco delle vendite, hanno spesso l’opportunità di fare gli straordinari.

Istruzione e formazione del venditore di scarpe

Sebbene non esistano qualifiche minime per un venditore di scarpe, la maggior parte dei datori di lavoro richiede una formazione scolastica superiore o equivalente. L’esperienza nelle vendite, in particolare in quelle di calzature, aiuta a differenziare le persone in cerca di lavoro. Una volta assunti, la formazione sul posto di lavoro dura da un paio di giorni a un paio di mesi, a seconda del datore di lavoro e della gamma di scarpe vendute. Spesso, i venditori di scarpe esperti insegnano ai nuovi commessi come assistere i clienti nel provare le scarpe e come distinguere le linee di prodotti. I dipendenti vengono istruiti sulle politiche e le procedure del negozio, sulle misure di sicurezza e sul funzionamento del registratore di cassa. Alcuni negozi offrono una formazione periodica su argomenti quali la motivazione e la persuasione dei clienti.

Descrizione del lavoro in un negozio di scarpe

Un commesso di calzature accoglie i clienti e chiede se hanno bisogno di assistenza. I consigli sulla merce vengono fatti in base a ciò che il cliente sta cercando. L’addetto alle vendite di calzature evidenzia le caratteristiche di ogni paio di scarpe esposte che interessano il cliente. Risponde poi alle domande, mostra le differenze tra le marche e dà ai clienti le sue opinioni su vestibilità, stile e aspetto. Nella maggior parte dei negozi al dettaglio, un commesso di calzature si occupa della cassa dei clienti, incassando il pagamento e inserendo gli acquisti nel registro del negozio. Informa i clienti sulle vendite in corso, sulle promozioni del negozio e sulle politiche, come i resi e i cambi.

Abilità nella vendita di scarpe

I venditori di scarpe devono essere orientati al cliente, disponibili e cordiali. Devono essere sensibili alle esigenze dei clienti e conoscere le linee di prodotti. Una personalità estroversa è fondamentale, poiché il lavoro comporta un contatto costante con i clienti. Una buona capacità di comunicazione consente all’addetto alle vendite di calzature di spiegare informazioni come le differenze tra i marchi e le tendenze. Un buon venditore di scarpe è persuasivo e persistente, senza essere invadente. Le persone ottimiste e auto-motivate si adattano bene a questa professione, poiché un venditore di scarpe deve affrontare ogni vendita con entusiasmo e vigore.

Stipendio e prospettive del venditore di scarpe

L’Agenzia delle Entrate italiana riporta che il reddito medio annuo dei venditori di scarpe era di 26.580 euro nel maggio 2021. Il loro salario orario medio era di 12,83 euro. Alcuni venditori di calzature lavorano per grossisti che vendono scarpe alle aziende invece che ai singoli clienti. Gli addetti alle vendite all’ingrosso e alla produzione nel settore della vendita al dettaglio hanno percepito uno stipendio mediano annuo di 51.930 euro.

Tuttavia, studi di settore affermano che tutti i posti di lavoro nel settore delle vendite al dettaglio dovrebbero diminuire costantemente tra il 2022 e il 2030. L’aumento degli acquisti online ha rallentato il tasso di crescita di questa occupazione, diminuendo così la necessità di venditori in sede per aiutare i clienti che preferiscono provare le scarpe prima dell’acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.