Chiedere feedback ai nuovi dipendenti

Chiedere feedback ai nuovi dipendenti

Chiedere feedback ai nuovi dipendenti è molto importante. Vuoi assicurarti che tutti i nuovi dipendenti abbiano un’esperienza positiva nella tua azienda.

Di recente abbiamo tenuto un webinar su questo argomento e abbiamo organizzato un concorso in cui ti abbiamo chiesto di dirci come creare un ottimo primo giorno per i nuovi dipendenti.

In questo webinar abbiamo chiesto ai nuovi principianti un feedback sul loro inserimento e sulle prime settimane con noi.

A grande richiesta, ecco alcune delle domande che poniamo ai nuovi principianti.

Per ottenere risposte accurate, poniamo alcune domande subito dopo l’onboarding e altre dopo determinati periodi di tempo, di solito 2 settimane, 1 mese e 3 mesi.

Alcune delle nostre domande sono chiuse e richiedono solo risposte sì o no, mentre altre richiedono risposte aperte.

Troviamo che un mix funzioni meglio. È possibile rispondere alle domande in modo anonimo.

Tuttavia, in una piccola impresa che non ha un volume elevato di nuovi principianti, può essere facile accertare chi sia la persona.

In questo caso puoi scegliere di porre le domande di persona per incoraggiare una discussione onesta.

Le domande vengono presentate con un amichevole blurb che spiega perché stiamo raccogliendo queste informazioni.

Chiedere feedback sul processo di reclutamento e introduzione

Chiedere feedback sul processo di reclutamento e introduzione

Chiedere ai nuovi dipendenti un feedback sul processo di reclutamento e introduzione al lavoro poche settimane dopo l’inizio significherà che tutto è ancora fresco nelle loro menti e riceverai informazioni molto accurate.

Chiedere un feedback su questo processo è vantaggioso per la tua azienda in quanto avere un processo di reclutamento, inserimento e inserimento senza interruzioni renderà i tuoi nuovi dipendenti più felici sin dall’inizio.

Rendendoli molto più propensi a lasciare l’attività entro l’anno.

Ecco alcuni ottimi esempi di domande che puoi porre ai tuoi dipendenti:

  • Ti senti il benvenuto?
  • Sei entrato a far parte del nostro team perché?
  • Ti sono state fornite informazioni accurate durante il processo di reclutamento?

Domande di follow-up

Domande di follow-up

Alcune settimane dopo, invia loro un altro giro di domande chiedendo un feedback sull’azienda nel suo insieme. Per esempio:

  • Consiglieresti come un ottimo posto in cui lavorare?
  • Sei orgoglioso di lavorare con noi?
  • Ti vedi ancora nostro dipendente in futuro?

Troviamo che la strategia che abbiamo in atto funzioni davvero bene e anche il feedback più brutale è positivo per la tua attività a lungo termine.

Forbes ha una grande esperienza in altre strategie che puoi provare nella tua attività per ottenere un feedback più onesto e vero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.