Come rompere una cattiva abitudine

Come rompere una cattiva abitudine?

Cattive abitudini. Li abbiamo tutti.  E se dici di no, probabilmente non conosci te stesso.

Perciò come rompere una cattiva abitudine?

Le abitudini possono formarsi in diversi modi e non c’è molto che puoi fare per controllarle:

  • Promemoria: questo è un segnale o un innesco che fa emergere l’idea della tua cattiva abitudine.
    Può essere un odore, una parola o una sensazione che può innescare lo schema per iniziare.
  • Routine: questo è un comportamento che segue un trigger di azione.
    Tiriamo lo sciacquone, quindi il solito schema è lavarsi le mani.
    È lo stesso anche per le abitudini non così buone.
  • Ricompensa: questo è ciò che fa sì che l’abitudine rimanga.
    Sentirsi bene o vedere un risultato positivo rafforza la pratica.
    Questa sensazione di ricompensa è comune tra i fumatori e la nicotina.

La buona notizia è i precedenti punti possono anche aiutarti a rompere questi schemi, senza la necettità di possedere Immobili di lusso, auto sportive e yacht.

Il tempo medio per rompere un’abitudine richiede circa 66 giorni (o poco più di due mesi).

Non lasciarti scoraggiare! È bello sapere in cosa ti stai cacciando e avere aspettative realistiche ti aiuterà a sconfiggere la tua abitudine.

Usa questi numeri come motivazione per essere una di quelle persone di 18 giorni, ma non essere costernato se hai bisogno di più tempo.

66 giorni è raggiungibile e realizzabile.

Tutto quello che devi fare è seguire alcuni semplici trucchi che ti aiuteranno a superare il limite.

Che cosa si può fare?

Ci sono alcune cose diverse che puoi fare per guidare il tuo viaggio e rompere questa fastidiosa abitudine. Non tutti questi funzioneranno, quindi cerca di capire quali saranno i migliori per te. Ecco come rompere una cattiva abitudine?

Identifica i tuoi segnali

Identifica i tuoi segnali

Il primo passo è capire cosa scatena la tua cattiva abitudine.

Sii consapevole di come pensi, senti e ti muovi per un paio di giorni.

Prendi nota di quando e quali sono i segnali che accendono i tuoi schemi fastidiosi. P

er alcuni mangia-unghie, è la sensazione di ansia.

L’odore delle sigarette può essere lo spunto per i fumatori.

E per i più golosi, potrebbe essere uno stuzzicante menù di dolci da mettere nelle vostre mani.

È bene seguire queste abitudini mentre identifichi questi segnali: non hai ancora iniziato il secondo passaggio! Lo scopo di questo passaggio è renderti consapevole dei tuoi segnali in modo da poter imparare da essi.

Cambia il tuo ambiente

Cambia il tuo ambiente

Una volta che sai quali sono i fattori scatenanti della tua cattiva abitudine, è il momento di cambiare l’ambiente circostante e la tua routine.

Cambiare l’ambiente può essere uno dei passaggi più difficili.

Devi iniziare a fare uno sforzo consapevole per influenzare l’ambiente che innesca la tua abitudine in modo da poterne formare di nuovi e migliori nelle stesse circostanze.

Questo cambiamento può avvenire in molti modi diversi.

Se sei una persona cronica “vai a letto e rimani al telefono per cinque ore”, sposta il caricabatterie del telefono dall’altra parte della stanza o metti un libro o un diario vicino al letto per rimuovere la tentazione e riempire il tuo tempo in altri modi.

Se sei un fanatico del caffè, prova una nuova varietà fatta in casa di tè senza caffeina o cambia il tuo percorso a piedi in modo da non camminare attraverso il delizioso alito di fagioli tostati.

Se sei un fumatore, ci sono molte cose da fare.

Sostituisci l’azione con la gomma da masticare per formare una nuova abitudine.

Trascorri le tue pause di lavoro all’aria aperta del parco o pratica un po’ di consapevolezza quando il nervosismo e l’ansia si insinuano.

Cambiare il tuo ambiente e capire come sostituire la tua fastidiosa abitudine sarà diverso per tutti.

Quindi siediti e pensaci un po’.

Chiedi ad alcuni amici, scrivi alcune idee e provale tutte o cerca su Google.

Siamo stati tutti lì prima, quindi ci saranno alcune azioni che soddisferanno le tue esigenze.

Pratica le tecniche di consapevolezza

Pratica le tecniche di consapevolezza 

La mente è un computer straordinariamente potente e, a volte, deve essere riavviato o messo in sospensione per mantenerlo in esecuzione in modo efficiente.

Ci sono tanti modi diversi per praticare la consapevolezza, ma l’obiettivo principale è diventare consapevoli di come ti senti e pensi in quel momento.

Ottenere informazioni sulle emozioni che provi che influenzano il modo in cui rispondi alle tue abitudini ti aiuterà in ogni altro passo per superare i tuoi schemi fastidiosi.

Usa questa conoscenza come motivatore e anche come opportunità per rilassarti e respirare.

Rompere un’abitudine può essere un processo lungo ed estenuante, quindi prendersi del tempo per riconoscere il proprio viaggio e quanto possa essere difficile vi aiuterà a spronare.

Usa questo momento di consapevolezza per visualizzare il “nuovo” te.

Gli studi dimostrano che visualizzare le tue vittorie funziona davvero!

Attiva i neuroni e il rilascio di sostanze chimiche nel cervello, quindi inizia ad associare le immagini di visualizzazione con l’azione della vita reale.

Questo crea nuovi percorsi così quando ci riesci, il tuo cervello sa già cosa fare!

Fissa degli obiettivi e premiati

Fissa degli obiettivi e premiati

Facendo con consapevolezza e visualizzazione, devi fissare degli obiettivi e premiarti quando raggiungi traguardi.

La definizione degli obiettivi ha legami psicologici con la soddisfazione e la realizzazione.

La creazione di obiettivi realistici aumenterà la tua fiducia e resistenza quando li raggiungi.

È simile al potere della visualizzazione.

Raggiungere gli obiettivi crea un rilascio chimico nella tua amigdala e nel lobo frontale che ti manterrà concentrato sull’attività che ti ha fatto sentire realizzato, spronandoti quindi ad andare avanti nel tuo viaggio contro le abitudini.

Il viaggio per rompere un’abitudine è una maratona, non uno sprint.

Questa combinazione è diversa per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.