Dormire: perché ne hai bisogno e come farlo meglio

Dormire: perché ne hai bisogno e come farlo meglio

Dormire: perché ne hai bisogno e come farlo meglio.

Ecco perché dovresti rendere il sonno una priorità nel tuo programma.

Un rapporto più recente della Sleep Health Foundation, ha rilevato che il 60% delle persone sperimenta almeno un sintomo del sonno almeno tre volte a settimana, inclusi problemi ad addormentarsi, rimanere addormentati o svegliarsi troppo presto e non essere in grado di tornare a dormire.

Questa è una cattiva notizia: il sonno è fondamentale per una buona salute fisica e mentale.

I nostri schemi di sonno sono impostati dal nostro ritmo circadiano, un orologio biologico interno che segue un ciclo di circa 24 ore.

Alcuni di noi sono nottambuli, con un orologio biologico adatto a tarda notte, e altri sono allodole, che si svegliano presto.

Ci sono una serie di fattori che determinano la quantità di sonno di cui ha bisogno un individuo ogni notte, come l’età e la genetica.

I neonati ei bambini necessitano tra le 12 e le 17 ore di sonno al giorno, i bambini in età prescolare e in età scolare dalle 10 alle 11 ore e gli adolescenti dalle 8 alle 10 ore.

Per gli adulti, il consenso scientifico è che abbiamo bisogno in media tra le sette e le nove ore di sonno.

Una piccola percentuale della popolazione sfoggia un trucco genetico che significa che può cavarsela in sei ore o meno.

Per il resto di noi, meno e ne subiamo le conseguenze: compromissione della funzione cognitiva, memoria, umore e salute.

Perché dormire è così importante?

Perché dormire è così importante

Gli scienziati stanno iniziando a capire di più sul sonno e perché ne abbiamo bisogno.

Uno studio ha rivelato che la privazione del sonno può influenzare il nostro comportamento cognitivo e la nostra capacità di svolgere semplici attività quotidiane, il che spiega perché la nostra mente non è consapevole e funziona con il pilota automatico quando siamo stanchi.

Nel frattempo, i ricercatori della Boston University del Massachusetts hanno scoperto che mentre dormiamo, c’è un fluido noto come “liquido cerebrospinale” che scorre attraverso il nostro cervello e il midollo spinale per aiutare il cervello a eliminare i rifiuti metabolici accumulati.

Un sonno insufficiente influisce anche sulla nostra salute fisica, inibendo il nostro sistema immunitario e la funzione metabolica.

La buona notizia è che è possibile migliorare la qualità del nostro sonno. Ecco sette consigli per migliorare il tuo sonno.

7 consigli per migliorare il sonno

7 consigli per migliorare il sonno

Sviluppa una routine

Sviluppa una routine

Fai un favore al tuo orologio biologico e cerca di andare a letto e alzarti alla stessa ora ogni giorno.

Attenersi a un programma regola l’orologio del tuo corpo per aiutarti ad addormentarti e rimanere addormentato per tutta la notte.

Mangia per dormire

Mangia per dormire

Il triptofano, un amminoacido essenziale, ci aiuta a produrre la melatonina, l’ormone responsabile della sonnolenza.

Le vitamine del gruppo B e il magnesio migliorano la biodisponibilità al triptofano.

Gli alimenti che stimolano il sonno come noci, sardine e latticini sono ricchi di tutti e tre: vitamine del gruppo B, magnesio e triptofano.

Cerca di evitare di consumare pasti abbondanti 2-3 ore prima di andare a letto.

Invece, prova uno spuntino leggero 45 minuti prima di andare a letto se hai ancora fame.

Ciò concede tempo sufficiente al tuo corpo per digerire il cibo.

Vai senza caffeina

Vai senza caffeina

Evita gli stimolanti come la caffeina a fine giornata.

La tisana è tua amica: sorseggia una tazza di camomilla o menta piperita dopo cena.

La luce giusta

La luce giusta

La luce aiuta a sincronizzare il nostro orologio biologico con il mondo esterno.

Una stanza buia e fresca ci aiuterà ad addormentarci di notte. Al mattino, la luce solare ci aiuta a svegliarci sopprimendo la produzione di melatonina.

Uno studio del 2007 ha rilevato che l’esposizione alla luce intensa al mattino ha aiutato le persone che soffrono di insonnia ad addormentarsi e dormire più a lungo.

Usare una luce intensa ti aiuterà a mantenere il tuo ritmo circadiano.

Abbandona i dispositivi

Abbandona i dispositivi

Smartphone e tablet emettono luce blu che sopprime la produzione di melatonina e interrompe i nostri schemi di sonno.

È una buona idea evitare di utilizzare i dispositivi per almeno 30 minuti prima di andare a letto la sera.

Rilassati

Rilassati

Aggiungi sali Epsom ricchi di magnesio a un bagno caldo di notte per rilassarti e preparare mente e corpo al sonno.

Anche le pratiche di consapevolezza come la meditazione hanno dimostrato di migliorare la qualità del sonno.

Fai un pisolino

Fai un pisolino

Grazie ai nostri ritmi circadiani, la nostra energia tende a calare tra le 13:00 e le 15:00 del pomeriggio, il momento perfetto per un pisolino.

È stato dimostrato che un pisolino di 10-15 minuti migliora la vigilanza, la funzione cognitiva e l’umore.

Anche i sonnellini più lunghi sono utili, ma possono rendere difficile addormentarsi la notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.